Il grande caldo porta con sé il rischio di perdere troppi liquidi, squilibrando il prezioso bilancio idrico del nostro organismo. Per questo bere acqua in questo periodo è ancora più importante.

 

Purtroppo capita spesso di sentire qualche “benpensante” fare della gratuita ironia sul “banale” consiglio di bere acqua molto e spesso in estate. Ironia sciocca e superficiale, dato che invece si tratta di un suggerimento di grande importanza per la nostra salute.

 

L’acqua, il maggiore componente del nostro corpo, rappresenta il 50-60% del peso dell’adulto e il 75% nel neonato. Tutti i processi fisiologici e le reazioni fondamentali del nostro organismo necessitano della presenza di acqua. Questo prezioso elemento serve anche a proteggere le giunture e gli organi interni, a lubrificare tessuti quali quelli dei polmoni e degli occhi, a mantenere compatte pelle e mucose, ecc.

 

Insomma di tutti i nutrienti essenziali, l’acqua è quello più critico. Serve per la digestione, l’assorbimento, la circolazione, l’escrezione, il trasporto e la utilizzazione dei nutrienti, per costruire i tessuti e naturalmente per mantenere la giusta temperatura corporea.

 

Ricordiamoci quindi che se fa molto caldo, o se comunque sudiamo molto per una intensa attività fisica, i liquidi (e anche i minerali) perduti devono essere rimpiazzati tempestivamente. E’ importante bere soprattutto acqua (con assunzioni non esagerate ma frequenti), tanto quella del rubinetto quanto quella imbottigliata.