Per sopportare meglio il grande caldo di questi giorni, alimentiamoci facendoci guidare dall’istinto, che una volta tanto ci può orientare e aiutare in modo affidabile.

Le temperature ambientali elevate inducono apatia e pigrizia, e quindi fanno diminuire leggermente il consumo di energia, ma riducono anche l’appetito. Le due cose coincidono e ci danno l’occasione per mangiare un po’ di meno con minor sforzo.

Inoltre il caldo complica la digestione e rende meno appetibili prodotti come carne, fritti, alcool, insaccati e cioccolata, portandoci a preferire piatti meno elaborati e prodotti freschi e ricchi di acqua come ortaggi e frutta, passati o minestre tiepidi, legumi, pesce, latte e latticini, nonché yoghurt, gelati e frullati, utili come spuntini.

Assecondiamo quindi queste scelte istintive, e suddividiamo l’alimentazione quotidiana in pasti più piccoli e più facilmente digeribili: staremo certamente meglio.